FENICE,

 CAGLIARI

In corso

Fenice è una proposta di rinnovamento di un complesso immobiliare situato ai margini del centro urbano di Asti.
Il complesso immobiliare si trova all’intersezione di due importanti vie cittadine, immerse in un tessuto insediativo caratterizzato da discontinuità tra edifici alti sistemati fronte strada ed edifici più bassi arretrati, talvolta isolati, all’interno del lotto, senza una conformazione univoca e identitaria.
All’interno di questo ambito si colloca il complesso immobiliare, costituito da due palazzi simili tra loro, aventi 5 e 6 piani fuori terra, principalmente residenziali con un’autorimessa condominiale posizionata sotto il livello del terreno. I due palazzi vennero progettati e realizzati nei primi anni ’60, con una tipologia edilizia e caratteristiche estetiche e formali univoche: il volume in aggetto dei piani superiori, il rivestimento in mattoni, il tetto prominente a doppia falda.
Negli anni il complesso è caduto in abbandono. Oltre alla carenza di manutenzione, che ha provocato ingenti danni alla copertura e ai rivestimenti delle facciate, è subentrata una condizione di occupazione abusiva degli spazi dell’intero complesso.
Tutti gli ambienti sono oggi fortemente degradati, a partire dal cortile interno utilizzato come discarica, passando per gli appartamenti sovraffollati e ai piani interrati utilizzati come dormitori comuni e ricettacoli di insalubrità e criminalità. Questa condizione protrattasi per anni ha determinato ripercussioni negative in tutto il quartiere che si trova oggi in grosse difficoltà a causa della complessa fruibilità degli spazi pubblici.
Risulta evidente come un intervento su questo complesso sia delicato e al contempo necessario per la rinascita e la rigenerazione di un luogo urbano estremamente complesso.
Con Fenice si intende ristrutturare il complesso immobiliare secondo una filosofia contemporanea in cui gli spazi comuni sono visti come un’estensione della residenza privata e dove i residenti stessi abbiano un interesse autentico al mantenere in ordine la propria casa e la vita della propria famiglia.
Il progetto consiste nella riqualificazione energetica e nel rinnovamento dell’aspetto dei due edifici mantenendo intatta la tipologia e le caratteristiche formali. Si è scelto di conservare le tracce storiche senza snaturarne l’aspetto per favorire l’accettazione psicologica da parte dei residenti del quartiere e in questo modo renderli partecipi della rigenerazione del loro ambiente.
Il fulcro fondamentale e la nuova piazza interna ai due palazzi che diventa accessibile da entrambe le strade e si trasforma in un parco per bimbi e in un’isola di calore caratterizzata da una serra bioclimatica e delle parati verdi rampicanti che mettono in collegamento virtuale i singoli appartamenti con il nuovo spazio pubblico. Gli ambienti interni al palazzo vengono rinnovati completamente riducendo il numero degli appartamenti in virtù di una minore quantità di residenti. I piani terra vengono rinnovati con degli spazi commerciali con grandi vetrine che creano la continuità tra il giardino interno e la strada pubblica. Gli spazi di servizio come l’autorimessa, le cantine e le mansarde vengono ripristinati e riorganizzati in favore di una attualizzazione dei loro usi.
L’idea di rigenerazione passa anche attraverso la creazione di un complesso immobiliare con le caratteristiche del protocollo Casaclima R. I nuovi edifici avranno un involucro rinnovato costituito da un cappotto termico per la risoluzione dei ponti termici e da un rivestimento in legno alternato a dei montanti in acciaio. La nuova pelle permetterà di ridurre al minimo le modifiche alla struttura portante e il passaggio e lo stazionamento dei cavedi tecnici passerà per l’esterno dell’edificio. L’impianto di climatizzazione verrà completamente ripensato per attualizzare le unità immobiliari alle nuove funzioni e per ridurre l’impronta energetica dell’edificio.

 

1/1

1/1
 

1/1
 
 

+39 070 400282

Via Francesco Ciusa, 87, 09131 Cagliari CA, Italy

©2020 di Mei e Pilia.